Intervista agli ex ABS: Marco Romeo

Marco Romeo
Marco Romeo

Pubblichiamo da oggi una serie di interviste a vari personaggi che sono passati da noi e che hanno lasciato una significativa traccia nella vita aziendale . Via con l’intervista …

Grazie per aver accettato di partecipare a questa intervista in qualità di ex consulente ABS.

A proposito, ti ricordi quanto tempo hai lavorato con ABS ?

MR: Mmmm … domanda difficile… allora ho concluso il lavoro di tesi sull’eprocurement durante lo stage in ABS e poi sono stato confermato, quindi correva l’anno 2002. Vi ho lasciato invece nel 2006. Quattro anni intensi.

ABS: Come hai conosciuto ABS?

Durante l’ultimo anno di università ho deciso di fare un lavoro di tesi all’interno di uno stage aziendale e quindi ho consultato sul sito del Politecnico le offerte di stage. Diciamo che avevo le idee abbastanza chiare: da una parte volevo uno stage durante gli studi per arrivare ad avere uno stipendio dal primo giorno effettivo dopo la laurea, e così è stato. Dall’altra, pur avendo visionato le proposte di stage di grandi aziende dai nomi altisonanti, avevo in mente che la dura palestra di un PMI fosse adatta alle mie ambizioni. Ho quindi scelto ABS e fatto un colloquio, trovato il professore giusto ed iniziato al volo lo stage.

ABS: Domanda difficile: come ti sei trovato con noi ? In linea di massima, e magari nel dettaglio, cosa ti è piaciuto e cosa avresti cambiato in azienda ?

Allora, secondo me l’ambiente e l’atmosfera che in generale si respira in ABS è il punto di forza positivo. Sono stato parecchio in giro dai clienti ma ho trascorso anche molto tempo in ufficio e quindi posso dire che l’ambiente informale e spesso familiare che si viene a formare ti permette di lavorare in un certo modo. Non è sempre così e spesso si vivono realtà dove “andare in ufficio” diventa un peso difficile da sopportare. Cosa avrei cambiato ? Non lo so, forse avrei spinto di più su certi progetti dedicati alle Piccole e Medie Imprese italiane che ABS ha solo abbozzato nei miei anni che ho trascorso con voi.

Devo anche dire che ho trovato 2 persone a cui sono riconoscente per avermi dato prospettive, supportato in molte fasi ed aver favorito la mia crescita, professionale si, ma anche umana (dato che sono entrato in ABS e non avevo ancora un filo di barba!).

Nutro verso la dott.ssa Valerio molta riconoscenza e le riconosco una innata capacità di ascolto. Ha enormemente creduto in me dandomi la possibilità, sudando le mie fatiche, di crescere ed ottenere moltissimo. Dall’altra Massimiliano Grassi: ho avuto la fortuna di essere spesso al suo fianco toccando con mano le doti dell’essere professionali ed all’altezza di ogni situazione, anche quella più tesa e stressante.
Mi sono trovato tanto bene in ABS che durante quegli anni ho compiuto i “passi fondamentali di un adulto” (eh eh): mi sono sposato, ho avuto una figlia ed ho comprato casa. Fantastica esperienza!

ABS: Ma alla fine, cosa facevi in ABS ?

Beh, un sacco di cose ! Cominciamo col dire che ero un funzionale, quindi sui progetti conducevo le analisi funzionali e supportavo il team di sviluppo nelle aree di mia competenza. In particolare il progetto di eprocurement nell’ambiente della Pubblica Amministrazione Centrale mi ha visto attore di numerosi task di analisi e di disegno dell’applicativo. Ho anche condotto in prima persona analisi e stesura dei vari business plan per lo sbarco di ABS nel mondo degli ERP per le PMI, progetto poi naufragato anche per le condizioni del mercato che non si sono manifestate come credavamo.

ABS: E dopo di noi? In cosa ti sei lanciato, cosa ti ha spinto al cambiamento ?

Sono passato ad una azienda di servizi specializzata nel supportare i progetti di innovazione tecnologica e l’ottenimento di finanziamenti e contributi pubblici per la loro realizzazione. Qui mi sto occupando di organizzare la nuova filiale milanese e presidio i progetti delle aziende del Nord-Italia. Siamo al momento la multinazionale più grande in Europa nel grant consulting e seguo progetti di ricerca e sviluppo scientifico estremamente innovativi ed ambiziosi, condotti dalle principali industrie europee, nonchè da PMI innovative e da università.

ABS: Ultima domanda: ormai si parla da ogni parte di web 2.0, di social network etc.. Per te cosa è il web 2.0 ?

Al volo potrei dire che non è nulla di nuovo.
Una nuova etichetta per contenuti già visti … poi penso però a come nella vita lavorativa di tutti i giorni sono abituato a confrontarmi con i miei vari account di skype e gmail con collaboratori ed amici ed aspettarmi risposte in tempo reali ai problemi che pongo. Quindi se devo lanciarmi in una definizione, potrei azzardare che il 2.0 non è altro che l’utilizzo forsennato di tutti quegli strumenti web che mi permettono di condividere con altri le mie idee ed i miei problemi e cercare una soluzione veloce. Non voglio però dedicare il mio tempo ad un social network virtuale ma… il caro e vecchio cocktail “Cuba libre” in un locale con amici è ancora la mia “rete sociale preferita”.

Grazie ancora per il tempo che ci hai dedicato.

Marco Romeo – Consulente Funzionale – 2002 – 2006

One thought on “Intervista agli ex ABS: Marco Romeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *